Isole ecologiche informatizzate interrate: cosa sono e come funzionano

Isole ecologiche informatizzate interrate: cosa sono e come funzionano
08 Ott

Isole ecologiche informatizzate interrate: cosa sono e come funzionano

Possono richiedere il badge solo i produttori di pannolini e pannoloni

Le isole ecologiche interrate informatizzate e videosorvegliate, costituite da contenitori a scomparsa sotterranea, sono ad uso esclusivo dei produttori di pannolini e pannoloni. Gli aventi diritto, ovvero famiglie con bambini da 0 a 3 anni che usano i pannolini o con anziani, disabili, ammalati che utilizzano pannoloni, possono fare richiesta del BADGE che consente l’apertura della torretta scrivendo a comunicazione@montecosrl.it o chiamando il Numero Verde 800 80.10.20. Si precisa che all’interno delle isole interrate non possono essere conferiti rifiuti diversi da pannolini e pannoloni. È assolutamente vietato abbandonare rifiuti al di fuori delle isole. Le aree sono video sorvegliate e i trasgressori saranno puniti a norma di Legge. Un sistema all’avanguardia permette di monitorare il livello di riempimento dei cassoni e bloccare il tamburo, nonché registrare i dati del conferente e trasmetterli mediante modem GSM/GPRS ad un computer che li elabora. Le isole ecologiche interrate sono, infatti, dotate di un sistema informatizzato di riconoscimento dell’utenza che permetterà di gestire il servizio in maniera ottimale. Ogni stazione ecologica interrata è dotata di un dispositivo hardware e software per il controllo e la gestione degli accessi. Il produttore del rifiuto sarà dotato di un badge da esibire al lettore di prossimità (senza dover effettuare strisciamenti) con il quale, se autorizzato, si sbloccherà l’elettroserratura; una volta effettuato il conferimento, il sistema hw-sw memorizzerà automaticamente data, ora e numero univoco del badge. Il tutto verrà poi trasmesso alla “work station” in ufficio, dotata, dell’applicativo software di gestione. Una volta chiuso il tamburo, l’elettroserratura tornerà a bloccare il portello. Il sistema hardware-software oltre a fornire informazioni precise su chi e quando ha conferito, permette di valutare statisticamente la produzione dei rifiuti per aree, quartieri, ecc. Ogni stazione ecologica interrata, inoltre, è dotata di un dispositivo a sensori per il rilevamento dello stato di riempimento. I contenitori saranno svuotati a riempimento.  È prevista l’installazione di: un pannello fotovoltaico di piccole dimensioni, idoneo ad essere applicato alla bocca di conferimento; una batteria/accumulatore per l’immagazzinamento della carica elettrica; un’elettroserratura per il blocco della bocca di conferimento.
Tutti i dati saranno trattati nel rispetto della legge sulla privacy.

Comunicato stampa a cura dell'Ufficio Comunicazione di Monteco Srl