Raccolta carta e cartone in città, buono il trend: Lecce insegue Bari, prima al Sud

Raccolta carta e cartone in città, buono il trend: Lecce insegue Bari, prima al Sud
09 Nov

Raccolta carta e cartone in città, buono il trend: Lecce insegue Bari, prima al Sud

Durante la presentazione di "Cartoniadi", sono stati esposti alcuni dati: il punto più debole è la qualità del materiale a causa della troppa plastica

LECCE – Nei primi nove mesi dell’anno il Comune di Lecce ha ricevuto 215mila euro dal Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base cellulosica - il Comieco - che versa un corrispettivo in base alla quantità raccolta e alla qualità del materiale.

Per quanto riguarda carta e cartone il capoluogo salentino, in Puglia, è secondo solo a Bari che nel Mezzogiorno è la prima in classifica. Se Lecce migliorasse le sue performance potrebbe incassare su base annua altri 150mila euro. Per la carta, infatti, si colloca in terza fascia, a causa soprattutto di una qualità approssimativa, per il cartone è invece in prima.
Roberto Di Molfetta – responsabile area Riciclo e recupero di Comieco – ha fatto notare, dopo aver effettuato un monitoraggio dei conferimenti a Lecce, come la raccolta della carta in sacchi di plastica sia una modalità non corretta, perché rallenta il processo di trattamento e ne aumenta i costi. Il dirigente del consorzio si è detto convinto che la raccolta pro capite dei leccesi possa superare quella media nazionale, pari a 51 chilogrammi per abitante.
Per questo e più in generale per sensibilizzare la cittadinanza ad una differenziazione corretta dei materiali, Comieco, il Comune di Lecce e Monteco hanno presentato oggi le “Cartoniadi”, iniziativa che prevede un premio di 15mila euro se dal 15 novembre al 15 dicembre la raccolta di carta e cartone aumenterà del 15 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Una somma di pari importo sarà elargita in caso di una qualità migliore: durante i trenta giorni ci saranno appositi controlli nella piattaforma di conferimento.
Si tratta, insomma, di una vera e propria sfida che è stata presentata questa mattina a Palazzo Carafa, alla presenza dell’assessore all’Ambiente Andrea Guido e del dirigente di settore, Fernando Bonocuore. Se venisse centrato l’obiettivo il Comune potrà acquistare nuovi contenitori e giochi per i bimbi da sistemare nei parchi e nella aree a verde. I quartieri più virtuosi saranno quelli premiati.
L’iniziativa, naturalmente, vedrà il coinvolgimento dei circoli didattici, degli istituti comprensivi e delle scuole secondarie di primo grado. Ad ogni plesso scolastico sarà dedicata una giornata di raccolta della carta e del cartone: gli addetti alla comunicazione di Monteco presidieranno con un gazebo e una pesa ogni giornata dedicata alla raccolta, annotando la quantità di carta conferita e sottolineando l'importanza di riciclare per dare vita a nuova carta.
Le prime tre scuole che si distingueranno per la qualità e la quantità di carta raccolta saranno le vincitrici di un premio complessivo di 5mila euro, messo a disposizione da Monteco, rappresentata in conferenza dalla referente per la comunicazione, Angela Albanese: “Monteco collabora con entusiasmo con la città di Lecce in vista delle Cartoniadi con una puntuale comunicazione e sensibilizzazione dirette a coinvolgere tutte le scuole, le parrocchie, i centri di aggregazione, le utenze domestiche e non domestiche e una precisa programmazione del servizio che gestirà la raccolta della carta e del cartone in termini di quantità e di qualità per adempiere gli obiettivi preposti".

Fonte: lecceprima.it