Raccolta differenziata a Galatina, risultati eccellenti: produzione rifiuti arrivata al 49%

Raccolta differenziata a Galatina, risultati eccellenti: produzione rifiuti arrivata al 49%
08 Lug

Raccolta differenziata a Galatina, risultati eccellenti: produzione rifiuti arrivata al 49%

Galatina. La raccolta differenziata è stata ultimamente potenziata a Galatina e ha raggiunto un ottimo risultato nel mese di Giugno, tanto da raddoppiare l’esito ottenuto a Maggio.  Infatti, con l'avvio della frazione organica all'impianto di compostaggio, in sole due settimane di Giugno si è passati da una produzione di rifiuti differenziati del 23,31% a una di circa del 50% (49% per l’esattezza). E la percentuale aumenterà sicuramente, dato che l'avvio al compostaggio interesserà tutto il mese di Luglio.
 
Inoltre – ci comunica Roberta Forte, Assessore alle Politiche Ambientali del Comune galatinese – maggiore attenzione è stata prestata anche alla differenziazione delle altre frazioni secche riciclabili, sia tramite una puntuale campagna di informazione porta a porta realizzata grazie all'aiuto dei volontari del Servizio Civile del Settore Ambiente (che,  partita lo scorso mese, ha già interessato metà delle abitazioni di Galatina), sia con l’operazione di controllo operata attraverso la polizia municipale ed l'Ispettore Ambientale della Monteco. Attività volta a ridurre l’errato conferimento, nella giornata di Sabato, di rifiuti differenziabili nella frazione indifferenziata che viene smaltita in discarica, sanzionando i comportamenti scorretti di chi butta rifiuti potenzialmente differenziabili quali  plastica, vetro e alluminio, anche se sporchi, nei rifiuti da mandare in discarica.
 
Tutto ciò non solo per una questione di salvaguardia dell’ambiente, ma anche per ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati e per abbattere i costi legati alla discarica. Nel frattempo aumentano i ricavi che il Comune percepisce dai Consorzi di riciclo delle varie frazioni secche e allo stesso tempo, per il terzo anno consecutivo, si riuscirà ad evitare  l’ecotassa a 25 euro a tonnellata, cercando di scendere al di sotto dei consueti 7 euro per tonnellata grazie all’avvio del compostaggio dei rifiuti organici.
 
"Tutto ciò, nonostante la veloce campagna d’informazione - conclude l'Assessore Forte - è stato reso possibile grazie al personale ed i responsabili della Monteco e dell'impianto Cave Marra di Galatone, che hanno dimostrato molta professionalità.
 
E, infine, ai cittadini del comune, che hanno dimostrato un grande senso di responsabilità quotidiana per vincere questa sfida di civiltà e di rispetto dell'ambiente".
Fonte: leccenews24