Rifiuti: con il nuovo contratto arriva il porta a porta. Intervista all'assessore Parchitelli

Rifiuti: con il nuovo contratto arriva il porta a porta. Intervista all'assessore Parchitelli
20 Mar

Rifiuti: con il nuovo contratto arriva il porta a porta. Intervista all'assessore Parchitelli

NOCI (Bari)Assessore Parchitelli, lei dopo il Sindaco Nisi è la prima responsabile della questione rifiuti per il comune di Noci vista la sua delega all’ambiente. Come ha seguito l'intricata storia che ha portato l’ARO BA/6 ad affidare il servizio RSU alla R.T.I. costituita da Monteco srl e CNS?
"Le vicende che hanno condotto all’affidamento del servizio RSU sono state seguite dal coordinamento dell’Aro BA/6, con la preziosa consulenza dei legali. Io posso solo dire che guardo con favore il fatto che, dopo tanto tempo, si sia giunti finalmente a mettere un punto. Priorità di questa Amministrazione era quella di assicurare alla città un nuovo servizio, in grado di garantirci alti livelli di raccolta differenziata, così come richiesto dalla normativa regionale e come si addice ad una città che ha più volte mostrato grande attenzione e sensibilità al tema del rispetto dell’ambiente".

Finalmente Noci avrà una società con cui poter iniziare ad intavolare una trattativa per stipulare il nuovo contratto. Ci vuol dire quali saranno i punti cardine del nuovo contratto proposto?
"Innanzitutto con il nuovo contratto verrà introdotto un servizio conforme alla carta dei servizi regionale che prescrive alle varie ARO di trasformare il servizio di raccolta nei centri abitati da stradale a domiciliare. L’offerta dell’ATI Monteco-CNS prevede in particolare la raccolta domiciliare a giorni e orari predefiniti dell’organico (con cadenze superiori alle previsioni del bando), del secco residuo, di carta e cartone e dei multimateriali plastica e lattine. Viene confermato il servizio di raccolta gratuita di ingombranti e di rifiuti elettronici a chiamata e l'apertura del centro comunale di raccolta. Per le utenze non domestiche, invece, è previsto un servizio adeguato alle diverse caratteristiche delle attività produttive che vengono raggruppate in quattro macro tipologie: commercio alimentare, commercio non alimentare, uffici e servizi ed attività artigianali ed industriali. Nell’offerta dell’ATI Monteco-CNS è prevista anche l'istituzione della tariffazione puntuale, le compostiere nell’agro e tante altre novità che divulgheremo a breve".

Quanto durerà il contratto?
"Dal momento della sottoscrizione il contratto avrà una durata di nove anni".
Quindi ci fa capire che anche Noci potrà avere il suo servizio di raccolta dei rifiuti "porta a porta"?
"Certamente, come ho detto prima, il porta a porta sarà una delle peculiarità del nuovo servizio. Si tratta dell’unico sistema per incrementare in breve tempo la raccolta differenziata, come già dimostrano i risultati raggiunti in altri Comuni".

Crede che il Comune di Noci possa finalmente raggiungere il livello di raccolta differenziata richiesta per non pagare l’ecotassa?
"Ne sono certa. Con il nuovo servizio i cittadini avranno tutti gli strumenti per poter fare in modo agevole la raccolta differenziata. Credo che il nuovo servizio sia un qualcosa che tutti aspettiamo e, non appena partirà, saremo in grado di qualificarci in breve tempo tra i Comuni più virtuosi della Regione".

Per concludere, come valuta la gestione in questo periodo della Universal Service?
"Molto positivamente. Abbiamo avuto un rapporto proficuo con questa ditta. La disponibilità dei responsabili ci ha consentito di evitare disagi alla cittadinanza in un momento complicato e anche di apportare alcune, seppur lievi, migliorie al servizio. A loro va il mio ringraziamento e quello di tutta l’Amministrazione comunale".

Fonte: noci24.it